Sei Qui: Home - Il comune -

 Torna indietro

IL COMUNE INFORMA... - Anno 2015

- 23/12/2015 Il Comune Informa... n. 87 del 23/12/2015
PIANO DI ZONA – AMBITO SOCIALE C 03...

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 87 del 23 dicembre 2015

PIANO DI ZONA – AMBITO SOCIALE C 03

La Regione Campania, con la pubblicazione sul B.U.R.C. del decreto n. 245 del 18/12/2015 ha approvato il Piano sociale di Zona dell’Ambito C 03. Per il secondo anno consecutivo l'Ambito C 03 di cui Teano è comune capofila è tra i primi in Campania ad aver ottenuto il decreto di conformità. Il piano approvato comprende il programma dei servizi sociali e socio sanitari da realizzare all’interno del territorio dei 16 Comuni aderenti all’Ambito C 03 (Teano, Caianello, Cellole, Conca della Campania, Francolise, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Pietravairano, Presenzano, Roccamonfina, Rocca D’Evandro, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Tora e Piccilli e Vairano Patenora) con una estensione territoriale di 700 chilometri quadrati e una popolazione di oltre 78.000 abitanti. Il Piano si propone di dare continuità ai servizi avviati nella precedente annualità insieme ad altri di nuova attivazione. Il budget disponibile, tra quote comunali, regionali, centrali e utenti è pari a circa 3 milioni e mezzo di euro. Ancora una volta però, le risorse destinate al socio-sanitario supera il milione di euro, questo importo, rappresenta solo una parte (50%)  dell'intera spesa socio-sanitaria sostenuta insieme all'ASL per pagare le rette dei 120 utenti ospiti delle molteplici strutture residenziali presenti sul territorio del distretto socio-sanitario n.14 (disabili gravissimi, malati psichiatrici e anziani non autosufficienti) insieme ai progetti terapeutici riabilitativi individuali (PTRI) domiciliari e residenziali. In sintesi il piano prevede, servizi e le misure di inclusione sociale e sostegno al reddito che sono collocati al primo posto con 978.918 con il 32% dell'intera  dotazione finanziaria, seguiti dai servizi che favoriscono la permanenza a domicilio euro 798.959 con  il 28%, dai servizi territoriali a carattere residenziale per la fragilità euro 674.108 con il 22%, dai  servizi  per la prima infanzia  euro 384.087 con 12,90% e dai servizi per l'accesso e la presa in carico da parte della rete assistenziale euro 288.970 con il 9,70%. In continuità con l'annualità precedente, è confermato l'impegno per il servizio di integrazione scolastica agli alunni disabili che frequentano le scuole dei comuni ricadenti nel territorio dell'Ambito con una previsione di spesa di 264.000, necessaria per garantire l'assistenza specialistica a 114 alunni diversamente abili di cui 40 affetti disabilità grave. Confermato anche l'importo destinato agli interventi per il contrasto alla povertà finanziati con 252.102 euro. Il servizio di nuova attivazione riguarda l'area della disabilità ed è il Centro Sociale Polifunzionale per Disabili, trattasi di una struttura a ciclo diurno di protezione sociale con funzione di accoglienza, ospitalità, orientamento e socializzazione per i disabili. Il servizio e volto a ridurre i fenomeni di emarginazione ed isolamento oltre che a favorire il sostegno ed lo sviluppo dell’autonomia personale e sociale della persona disabile. L'organizzazione del Centro deve favorire anche forme di coinvolgimento e di partecipazione diretta degli utenti e dei loro familiari l'importo programmato per questo servizio e di euro 63.000. Per i disabili inoltre si realizzerà il progetto di vita indipendente il cui costo è di euro 100.000 e il “Centro Antiviolenza” per un importo previsto pari a 86.000 euro. Il contenuto del Piano approvato dalla Regione Campania, condiviso con le forze sociali, organizzazioni sindacali e territorio, anche attraverso lo strumento della concertazione, riguarda una grande fetta della popolazione del nostro Ambito:

 

PROGETTI ATTIVI

NUMERO DI UTENTI

Centro diurno polifunzionale per minori

280

Comunità educativa a dimensione familiare

18

Contributi economici diretti ad integrazione del reddito familiare (ex OMNI)

36

Centro Diurno Integrato semi-residenziale

4

Comunità alloggio disagiati psichici

28

RSA per disabili gravissimi

5

Assistenza domiciliare sociale per disabili

70

Servizio di assistenza scolastica (sostegno socio-educativo)

90

Budget di salute per disabili

47

RSA per anziani

36

Servizio SAD - non ADI per Anziani

100

Telesoccorso per anziani

160

Contributi economici in forma indiretta

235

Contributi economici in forma diretta

190

Contributi economici donne in difficoltà

5

TOTALE

1304

 

 

L’obiettivo del Piano è dare continuità allo sviluppo ed alla crescita dei servizi socio-sanitari del territorio.

Il nostro lavoro ha puntato molto sulla progettazione partecipata e la messa in rete dei servizi per favorire una visione globale dei bisogni dell’utente visto come persona. Tutto ciò in un’ottica d’integrazione socio-sanitaria, coinvolgendo operatori, tecnici, ed amministratori di enti ed istituzioni pubbliche e del privato sociale, rendendoli tali servizi flessibili ed adeguati ai bisogni della popolazione.

Misurare i fenomeni sui quali si intende intervenire significa realizzare interventi efficaci ed adeguati ai bisogni da soddisfare, nonché rendere il lavoro degli amministratori il più equilibrato possibile ed inoltre offrire ai tecnici l'opportunità di lavorare non più spinti solo dall'emergenza, ma armonizzando la propria attività professionale nel quadro di un sistema d'interventi frutto di un processo logico, chiaro e condiviso; e, soprattutto, permettere alla cittadinanza di capire le motivazioni a fondamento delle scelte operate dalla pubblica amministrazione per far fronte al disagio sociosanitario.

 

L'Assessorato alle Politiche Sociali

Mario Migliozzi Assessore

Aurelia Zanni Consigliera delegata agli Anziani e Disabili

Manuela Rapa Consigliera delegata alle Pari Opportunità e Politiche Giovanili

Adele Passaretti Consigliera delegata alla 328

 

Dichiarazione dell'Assessore:

In qualità di delegato del Comune capofila a presiedere il Comitato Istituzionale dei Sindaci esprimo piena soddisfazione per l'ottimo lavoro svolto. È il frutto di un lavoro di squadra ed è doveroso ringraziare tutti coloro che hanno partecipato attivamente. Il risultato è più che positivo, frutto dell'ottimo lavoro svolto innanzitutto dalle strutture dell'Ufficio di Piano che hanno contribuito in maniera determinante. Un risultato molto importante anche per la prosecuzione dei servizi in corso, dovuto a un lavoro costruttivo fatto con la massima responsabilità da tutti i rappresentanti dei comuni aderenti all'Ambito che con i rappresentanti del distretto sanitario n.14, lo scorso 15 novembre all'unanimità hanno approvato il piano nell'assemblea dei Sindaci. Questo è il frutto anche di un grande lavoro di ascolto, fatto con tutti i soggetti rappresentanti del territorio, dalle organizzazioni sindacali, alle associazioni di volontariato, ai rappresentanti del terzo settore e di tutti gli organismi di rappresentanza dei cittadini. Tutti, in effetti hanno dato il proprio contributo, spingendo in maniera fattiva al compimento di questa programmazione che per il secondo anno consecutivo è dichiarata conforme agli indirizzi regionali a tempo di record.

Il nostro auspicio è che i percorsi e i metodi sperimentati con il nostro Piano di Zona, delineano un Welfare sempre più trasparente e di qualità!

L'Assessore alle Politiche Sociali

Mario Migliozzi

 

 
- 03/12/2015 Il Comune Informa... n. 86 del 03/12/2015
Giornata Internazionale per i diritti dei disabili...

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 86 del 3 dicembre 2015

Giornata Internazionale per i diritti dei disabili

Il 3 dicembre è la giornata Onu per i diritti delle persone con disabilità è una ricorrenza celebrata in tutto il mondo. Anche la nostra Amministrazione intende celebrare questa ricorrenza ricordando le cose fatte e fissando i prossimi obiettivi nel rispetto delle linee programmatiche. Tra le cose fatte si ricorda l'esperienza dei progetti estivi che hanno previsto la gratuità di accesso per tutti i disabili del territorio comunale. Inoltre per favorire e sviluppare la cultura dell'integrazione e della solidarietà, l'Amministrazione  ha promosso e patrocinato una serie di eventi dedicati alla disabilità, con l'ulteriore obiettivo di accrescere, la relazione e l'integrazione tra le famiglie dei disabili. L'Amministrazione inoltre, per diffondere anche tra i giovani la cultura del volontariato e della solidarietà ha proposto un progetto di Servizio Civile che prevede un’esperienza di volontariato inserita nel percorso scolastico dei disabili. Il progetto è stato finanziato con i fondi europei della misura di “Garanzia Giovani”, che ha visto coinvolti 5 giovani volontari lungo la strada dell’integrazione scolastica dei ragazzi disabili delle scuole comunali. I volontari, nei mesi di giugno, luglio e agosto sono stati coinvolti anche nelle attività di inclusione previste dal progetto del  “Campus Estivo” con accesso gratuito per i disabili. Il progetto ha dato la possibilità ai ragazzi disabili di partecipare ad attività formative e socializzanti, tra cui le visite guidate all’Orto Sociale dell’Associazione Abili a Vairano Patenora, le giornate in piscina all’Agriturismo Masseria Valle a Teano Scalo e il Campus in Piazza. Il Comune ha sottoscritto un'apposita convenzione con l’Agriturismo Masseria Valle di Teano Scalo e il centro sportivo nautico Maxi Center di Vairano Scalo che hanno concesso l'ingresso gratuito ai disabili.

L'Amministrazione è consapevole che per l'inclusione si può e si deve fare molto di più pertanto si impegna a proseguire con questi obiettivi.  l'Amministrazione pertanto, per il prossimo anno, oltre a confermare tutti i progetti realizzati, intende centrare un altro obiettivo ambizioso, la realizzazione di un centro sociale per disabili il cui progetto è in fase embrionale a cui sono stati destinati 26mila euro. Questa giornata deve essere un momento di riflessione che oltre ad evidenziare i progetti realizzati per l'inclusione deve proporsi di migliorare tutte le attività istituzionali che hanno interessato le famiglie dei disabili nel corso del 2015, come il servizio di assistenza specialistica nelle scuole, il contributo per il trasporto scolastico, il servizio di assistenza domiciliare e l'assegno di cura per i disabili gravi.

L'Amministrazione comunale pertanto continuerà ad impegnarsi attivamente per ricordare ogni giorno dell'anno e non solo in questa giornata le molteplici problematiche dell'inclusione che coinvolgono molte famiglie della nostra comunità, mantenendo aperto un tavolo di confronto permanente per la realizzazione nel prossimo anno 2016 di progetti condivisi seguendo nella continuità di quanto finora realizzato.

 

La Consigliera Delegata ai Disabili          L'Assessore alle Politiche sociali

                 Aurelia Zanni                                         Mario Migliozzi

 
- 26/11/2015 Il Comune Informa... n. 85 del 26/11/2015
Ambito Territoriale C03...

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 85 del 26 novembre 2015

 

A seguito di alcuni articoli riguardanti l'attribuzione dei voucher prima infanzia, in qualità di delegato del sindaco alle politiche dell'Ambito Territoriale  ritengo doveroso effettuare alcuni chiarimenti per evitare distorsioni e interpretazioni non corrette sulla vicenda. In effetti i Voucher sono solo uno degli interventi previsti nel primo riparto di fondi PAC stanziati dal Ministero dell'Interno. In effetti le risorse sono ripartite per aumentare l'offerta dei servizi per la prima infanzia (0-36 mesi) in quei territori dove tali servizi sono praticamente inesistenti. Il ministero dell'interno con il decreto n. 366/PAC del 28/01/2015 finanzia il piano di intervento presentato dall'Ambito C 03 per un importo complessivo di 382.742,00 da realizzare sui territori dei comuni di Teano, Caianello, Cellole, Conca della Campania, Francolise, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Pietravairano, Presenzano, Roccamonfina, Rocca D’Evandro, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Tora e Piccilli e Vairano Patenora. La programmazione adottata prevede l'apertura di servizi integrativi al nido già individuati nei comuni dell'Ambito. L'altro intervento programmato prevede l'erogazione di buoni servizio a sostegno delle famiglie per un importo complessivo di euro 73.656. I buoni sono spendibili presso le strutture private autorizzate e accreditate secondo i requisiti previsti dalla DGRC 107 del 23/04/2014. L'Ambito territoriale al fine di procedere all'assegnazione dei Voucher ha effettuato un avviso pubblicato sul sito del comune capofila e trasmesso contestualmente a tutti i comuni per la relativa pubblicizzazione prevista per legge. Le famiglie interessate all'assegnazione dei Voucher dovevano recarsi presso il comune di residenza e presentare apposita istanza. Purtroppo Alla data di scadenza del 30 settembre dell'avviso pubblicato, non era pervenuta alcuna domanda pertanto, per evitare la perdita del finanziamento si è deciso di riaprire i termini per la presentazione delle istanze. Le forme di pubblicità obbligatorie per gli enti locali sono i siti istituzionali (albo pretorio online), tale procedura è stata ampiamente soddisfatta. Il comune o l'Ambito non può pubblicizzare una singola strutture, ma deve favorire l'informazione capillare dell'offerta dei servizi in tutto il territorio dell'Ambito, forse su questo aspetto è necessario lavorare meglio per far filtrare l'informazione in maniera più capillare.

Approfitto per informare ulteriormente che l'istanza di accesso al servizio va presentata presso il comune di residenza oppure direttamente presso il comune capofila.

Le strutture accreditate non possono raccogliere o compilare direttamente le istanze e sostituirsi alle istituzioni. Gli interessati possono telefonare o recarsi direttamente presso gli uffici comunali delle politiche sociali di tutti i comuni aderenti all'Ambito C03 dove riceveranno ogni informazione oltre ad essere aiutati a compilare l'istruttoria correttamente e direttamente dalle assistenti sociali del servizio sociale   distaccate su tutti i comuni con un calendario di presenza settimanale.

Purtroppo, una delle maggiori criticità rilevate è stata quella di seguire procedure diverse da quelle indicate nell'avviso pubblicato dall'Ambito, qualcuno impropriamente ha fatto veicolare una informazione non corretta che ha generato solo confusione tra gli utenti interessati che a quanto sembra sono stati raggiunti attraverso un fastidioso porta a porta da chi purtroppo è interessato a tale servizio solo dal punto di vista imprenditoriale. Tutto questo non ha prodotto i risultati sperati, in quanto al 30 settembre ultimo scorso nessuna domanda era giunta presso gli uffici dell'Ambito territoriale pertanto giocoforza è stata necessaria la riapertura del termine per la presentazione delle istanze che ora è fissata per il 31 dicembre 2015. Al termine di tale scadenza sarà effettuata una graduatoria che definirà gli aventi diritto, l'importo del voucher sarà definito in relazione al valore dell'ISEE, pertanto per evitare ulteriori disguidi tutti gli interessati alla richiesta del buono Voucher sono invitati a recarsi presso i rispettivi comuni di residenza.

L'Assessore alle politiche Sociali

Mario Migliozzi

 

 
- 11/11/2015 Il Comune Informa... n. 84 del 11/11/2015
4 Novembre - Giornata dell_Unità Nazionale e delle Forze armate...

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 84 del 11 novembre 2015

4 Novembre “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze armate”

II 4 novembre 1918 aveva termine il 1° conflitto mondiale - la Grande Guerra - un evento che ha segnato in modo profondo e indelebile l'inizio del '900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali.

La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell'armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l'Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate.

In questa giornata si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi.”( www.esercito.difesa.it)

Il 4 Novembre di ogni anno tutti i sindaci sono invitati in Prefettura e il nostro Sindaco, Ing. Nicola D Benedetto, in rispetto del Prefetto e soprattutto del significato di questa giornata, ha partecipato alla cerimonia.

L’Amministrazione, che rispetta la Nazione e i suoi valori, onora con convinzione patriottica tutte le feste istituzionali e così anche quest’anno ha celebrato l’8 Novembre la “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze armate”.

Una giornata intensa, ricca di emozioni, ricordi, ideali, valori…. che ha visto l’Amministrazione a fianco di tutti quei cittadini che si ostinano a non dimenticare quei “fatti“ accaduti quasi 100 anni fa. Quanto sembra lontano e sbiadito quel ricordo di chi ancora ragazzino veniva chiamato al fronte per difendere la propria Patria e realizzare il sogno del Risorgimento: L’UNITA’ NAZIONALE.

Diverse sono le frazioni del nostro territorio e l'Amministrazione ha scelto di essere presente in tutte quelle che hanno dedicato un monumento ai caduti e che sono state protagoniste di questa giornata.

La piccola frazione di Cappelle, che adorna il monumento di bandiere tricolore, esprimendo tutto il suo attaccamento alla Patria e dove il Sindaco ha voluto portare il messaggio del Presidente della Repubblica.

Fontanelle, dove per la prima volta, un’Amministrazione decide di onorare uno tra i primi monumenti ai caduti realizzati e dove, le persone alla lettura della poesia 4 Novembre, non riescono a non commuoversi e a sentire il brivido del ricordo. E con la loro presenza numerosa fanno sentire tutto il calore della comunità.

Pugliano, dove si ricorda l’impegno delle nostre forze armate non più in guerra ma a fianco dei cittadini bisognosi, ripercorrendo tutte le calamità naturali che, purtroppo, hanno devastato il nostro territorio.

San Marco che con la sua associazione di combattenti molto attiva ed impegnata , ogni anno rinnova forte il ricordo di chi è stato testimone di una delle guerre con il maggior numero di caduti giovanissimi.

Versano dove l'associazione combattenti ha guidato un corteo da  Santa Maria  Versano a  Versano fino al monumento ove è stata rinverdita la memoria degli eroi.

Teano, il nostro capoluogo, dove chi ha voluto essere presente l’ha fatto con orgoglio, lo stesso orgoglio che rinverdisce nell’udire i 198 nomi dei nostri caduti.

La deposizione della corona ha un significato che va oltre il semplice gesto, vuole risvegliare una cittadinanza che vive tutto sempre con molto distanza. La prima guerra mondiale è un lontano ricordo, ma la guerra dell’indifferenza è attuale. 

La Fanfara dei Bersaglieri di Cava dei Tirreni, accolta con calore e simpatia  in tutte le frazioni e in Teano centro, a conclusione delle manifestazioni ha tenuto un piccolo ed apprezzato  concerto in piazza Umberto I.

L'Amministrazione Comunale

 
- 04/11/2015 Il Comune Informa... n. 83 del 04/11/2015
18a Borsa Mediterranea del Turismo archeologico di Paestum...

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 83 del 04 novembre 2015

Oggetto: partecipazione alla 18a Borsa Mediterranea del Turismo archeologico di Paestum (29, 30, 31 ottobre - 1 novembre).

Si è conclusa domenica 1 novembre la XVIII Borsa Mediterranea del Turismo archeologico che si è tenuta a Paestum dal 29 ottobre e che ha visto anche la partecipazione del Comune di Teano come capofila di un progetto che ha coinvolto anche i Comuni di Alife, Calvi Risorta e Pietravairano.

L’esperienza, prima nel suo genere per noi, sembra essere risultata molto positiva, in quanto i quattro comuni hanno interagito per l’organizzazione ed hanno lavorato in sinergia coadiuvati, in maniera molto competente, dalla società NADIR che ha sponsorizzato parte dell’iniziativa.

Molto apprezzati sono stati i prodotti enogastronomici offerti ai visitatori, come gli squisiti “guanti di Calvi” ed il ricco cesto di Teano che comprendeva, oltre agli oli locali e alla pasta artigianale, gli “amaretti” e la cioccolata, le mele annurche e il vino biodinamico, le nocciole e le castagne, tutte autentiche ricchezze della nostra terra.

Ma soprattutto il pubblico si è mostrato molto interessato a conoscere l’archeologia e la storia di questi paesi che abbiamo chiamato “Tesori dell’Alto Casertano” e tesori lo sono veramente perché conservano monumenti preziosi della nostra millenaria storia, come i teatri templi di Teano e Pietravairano, il bellissimo teatro di Cales, le mura ben conservate di Alife e, anche se sono state fuori dalle più battute mete turistiche, hanno da offrire musei e cattedrali, chiostri e castelli veramente magnifici.

Abbiamo cercato di stimolare nei visitatori la curiosità che, si sa, è un elemento molto importante per spingere alla conoscenza. Siamo riusciti a coinvolgere, tra le tante persone che si sono fermate presso il nostro stand, anche il conduttore Alberto Angela con cui speriamo di poter avere altri contatti utili per la promozione del nostro territorio.

Ci aspettiamo, quindi, di avere dei riscontri positivi che possano gratificarci per il lavoro svolto.

L'Amministrazione Comunale

 
- 17/07/2015 Il Comune Informa... n. 82 del 17/07/2015
Impariamo a donare

 

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 82 del 17 luglio 2015

 Oggetto: "Impariamo a donare".

L'Amministrazione comunale di Teano, con deliberazione n. 118/2015 ha approvato il progetto “Donazione degli Organi: Dichiarazione di volontà e Rinnovo Carta d’Identità”, con cui il comune di Teano aderisce al progetto. Il comune di Teano in qualità di capofila dell'Ambito C03 ha proposto l'adesione al progetto a tutti gli altri 15 comuni dell’Ambito C 03 (Caianello, Cellole, Conca della Campania, Francolise, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Pietravairano, Presenzano, Roccamonfina, Rocca D’Evandro, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Tora e Piccilli e Vairano Patenora), tutti hanno aderito al progetto. Per diffondere il progetto, l’Amministrazione comunale ha promosso un evento divulgativo previsto per sabato 18 luglio presso l’Auditorium dell’Annunziata alle ore 18 intitolato “Impariamo a Donare”. All’evento è prevista la partecipazione di tutti i comuni dell’Ambito, L'obiettivo dell'Amministrazione comunale di Teano è, tra l'altro, quello di dare al progetto una portata territoriale per rafforzare il legame e la condivisione tra le amministrazioni dei comuni dell'Ambito. È stata proprio questa l'azione propulsiva della politica dell'Amministrazione comunale di Teano in questi due anni di gestione delle politiche sociali dell'Ambito. Questo percorso tracciato dal comune capofila ha raccolto anche l'adesione delle segreterie provinciali di CGIL, CISL, UIL e FIALS, che attraverso i momenti di concertazione previsti dalla legge, fin dal primo momento hanno apprezzato l'azione politica di rinnovamento portata avanti nell'Ambito sociale. Lo stesso discorso è stato fatto con tutte le Associazioni di Volontariato presenti sul territorio dell'Ambito Territoriale C 03 che hanno sempre risposto con favore alla nuova politica messa in campo dal comune di Teano nelle politiche sociali, incoraggiando l'Amministrazione comunale nel perseguire gli obiettivi di solidarietà in maniera diffusa in tutto il territorio dell’Ambito verso le fasce più deboli della popolazione. Hanno tutti condiviso l'iniziativa proposta dal comune di Teano per contribuire a diffondere la cultura della donazione in maniera capillare in tutto il territorio dell'Ambito C 03. Non hanno mai fatto mancare il loro contributo sostenendo con forza l’azione propulsiva portata avanti nelle politiche sociali d’Ambito dal comune capofila. Le Associazioni maggiormente presenti che hanno anche aderito al progetto sono, l'Associazione Abili Diversamente Onlus, l'AIDO Caserta, L'AIDO Campania, il CSV ASSO.VO.CE. (associazioni di volontariato casertano), la Croce Rossa Teano, l'AVIS Teano, l'Associazione Sorridi alla Vita di Mignano Monte Lungo e l'Associazione AKIRA di Teano. Il progetto proposto dal comune di Teano ha avuto l'Adesione anche del Collegio Provinciale di Caserta degli Infermieri (IPASVI) anche perché l'eco dell'iniziativa ha assunto un rilievo provinciale. Sarà sicuramente un grande momento per sentire il calore della presenza di tutti i cittadini interessati a diffondere la cultura della donazione.

 

La Consigliera con delega al Volontariato                    L’Assessore alle Politiche Sociali

dott.ssa Adele Passaretti                                                 Mario Migliozzi

 

 

 

 

 
- 30/06/2015 Il Comune Informa... n. 81 del 21/06/2015
Parte il nuovo calendario della raccolta differenziata

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 81 del 13 giugno 2015

Oggetto: Parte il nuovo calendario della raccolta differenziata

 

È arrivato il momento.

Il prossimo lunedì 22 cambia il calendario della raccolta differenziata porta a porta.

Per evitare di stravolgere le abitudini quotidiane dei cittadini si è cercato di rispettare, per quanto possibile, le precedenti cadenze giornaliere; infatti l'unico giorno di radicale cambiamento è il venerdì, quando al posto dell'indifferenziato sarà avviata la raccolta domiciliare per gli utenti domestici del vetro, delle carta e del cartone.

In sintesi le due principali novità cui prestare attenzione sono le seguenti.

Scompaiono i raccoglitori stradali del vetro che vengono sostituiti dal sistema di raccolta domiciliare. L'Ufficio ecologia sta completando le procedure di acquisto dei relativi mastelli grazie allo specifico finanziamento concesso dalla Provincia di Caserta nel 2013. In questo fase transitoria il vetro potrà essere conferito in busta o in secchi domestici.

Si avvia, inoltre, la raccolta differenziata porta a porta della carta e del cartone che si affianca a quella che già riguardava le utenze commerciali. Questo significa che bisognerà prestare maggiore attenzione anche alla composizione del sacchetto del multimateriale (plastica, alluminio, ecc..) in cui prima i cittadini riponevano anche la carta e il cartone.

Questi due ultimi materiali, con il comunissimo tetrapack, ora vanno tenuti distinti e conferiti in un sacchetto di carta, con un legaccio o, in caso di brutto tempo, in un secchiello riutilizzabile.

L'eliminazione dei contenitori di raccolta stradali del vetro permetterà di contrastare il fenomeno dei sacchetti selvaggi che abitualmente costellano le zone ove sono ubicati tali contenitori, che di fatto costituiscono una calamita irrefrenabile per i soliti incivili. Questi cestoni stradali saranno ritirati dalla ditta esercente e saranno distribuiti alle grosse utenze e ai condomini.

Invece l'avvio della separazione della carta e del cartone permetterà di aumentare la percentuale di raccolta differenziata che la Provincia e la Regione sono chiamate a certificare ogni anno e permetterà al Comune di incassare i relativi contributi di smaltimento, la cui disciplina è stata da poco completamente rivista per effetto del recente Accordo nazionale tra Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI).

La vera sfida è aumentare la percentuale di raccolta differenziata, raggiungendo e superando la quota minima prevista dalla legge e allineandoci alla capacità operativa dei Comuni più virtuosi. Tutto questo si potrà tradurre in un risparmio per le casse cittadine derivante sia dal minor quantitativo di rifiuto indifferenziato conferito in discarica e sia da un costo unitario di conferimento più basso, visto che oggi il Comune è penalizzato per non aver ancora raggiunto stabilmente il limite minimo del 65%.

Non ci dovrebbe essere alcun problema rilevante se ogni cittadino segue con coscienza e consapevolezza le istruzioni del nuovo calendario e differenzia nel modo giusto riducendo automaticamente tutto ciò che superficialmente oggi butta nel famigerato sacchetto nero. A tal proposito si ricorda che è fondamentale inserire i residui organici nel contenitore dell'umido e sciacquare i beni monouso non recuperabili per evitare la classica puzza del "nero". Si segnala ancora che, in ragione dell'avvio della stagione estiva, la frequenza della raccolta del rifiuto organico è rimasta inalterata: 3 volte a settimana.

Si informa che saranno attivati dei servizi ad hoc per le famiglie con persone allettate o anziani bisognosi di assistenza, per poter correttamente smaltire i cosiddetti "pannoloni".

Per le famiglie con bimbi piccoli è anche possibile richiedere al proprio negoziante l'acquisto di pannolini biodegradabili che possono essere riposti semplicemente nella frazione organica.

Inoltre è doveroso ricordare che i rifiuti non vanno depositati per la raccolta collettiva fuori dagli orari consentiti e, cosa più grave, sul suolo comunale il più possibile lontano dalla propria abitazione. Per contrastare questa pessima abitudine, tra poco sarà attivato il sistema di videosorveglianza già installato che, con l'ausilio di altre telecamere mobili puntate nei luoghi della vergogna, permetterà di identificare i cittadini incivili.

Si comunica altresì che, grazie alla preziosa disponibilità della ditta Termotetti, sarà a breve disponibile uno spazio web dedicato in cui ogni cittadino potrà trovare le risposte a qualunque dubbio o perplessità relativi al ciclo dei rifiuti.

Infine si segnala che è in via di definizione un calendario di incontri pubblici a livello di quartiere o di borgata nel corso dei quali saranno mostrate le corrette modalità di differenziazione segnalando gli errori più frequenti.

“ Nel semplice gesto delle nostre mani vive la possibilità di costruirci un mondo futuro”

F.to

L'Amministrazione Comunale

 
- 14/06/2015 Il Comune informa... n. 80 del 13/06/2015
Rifiuti provenienti da cantieri edili...

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA N. 80 del 13 giugno 2015

Oggetto: Rifiuti provenienti da cantieri edili

Si ricorda che, con l’entrata in vigore della legge regionale 20 del 2013, sin dallo scorso 07 febbraio 2014, tutte le richieste riferite alla costruzione, al rifacimento, alla ristrutturazione ed alla manutenzione di opere devono contenere:
1. il contratto con l'impresa incaricata di effettuare la raccolta, il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti prodotti in cantiere;
2. la stima delle quantità e della tipologia dei rifiuti che saranno prodotti.
Al termine dei lavori, il tecnico che ha diretto i lavori deve dichiarare l'effettiva produzione di rifiuti del cantiere e la loro destinazione, trasmettendo all’ufficio comunale competente i documenti di trasporto e avvenuto conferimento del rifiuto edile in impianti autorizzati di trattamento o smaltimento.
In caso di violazioni è anche disposta la sospensione immediata dei lavori e il tecnico e l'impresa sono segnalati alla Regione Campania per l'esclusione dagli affidamenti di incarichi e lavori da parte della Regione.
Inoltre si sottolinea che la Città di Teano, con la deliberazione di Giunta Comunale n. 105 del 04/06/2015, ha disposto la contemporanea cancellazione dai propri elenchi fiduciari delle ditte e dei professionisti per i quali sarà accertata la violazione dei rispettivi obblighi previsti dalla suddetta legge regionale ed ha disposto delle regole più stringenti, da applicarsi sia ai cantieri edili privati che a quelli pubblici, per contrastare in modo più efficace il diffuso fenomeno dell’abbandono dei rifiuti derivanti dalle lavorazioni edili su tutto il territorio comunale.
Infine si ricorda che, presso il Centro di Raccolta comunale, è possibile conferire piccole quantità, fino a 2 mc, di tale tipologia di rifiuti senza alcun onere aggiuntivo per i cittadini, per evitare che questi siano disseminati dove capita e per ridurre conseguentemente gli oneri per la collettività.

f.to Il Sindaco
(ing. Nicola Di Benedetto)

 
- 11/06/2015 Il Comune informa... n. 79 del 10/06/2015
Acconto IMU/TASI 2015 e presentazione della dichiarazione IMU/TASI per l’anno 2014.

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

“Assessorato al Bilancio, Tributi, Commercio e Demanio”

IL COMUNE INFORMA N. 79 del 10 giugno 2015

Oggetto: Acconto IMU/TASI 2015 e presentazione della dichiarazione IMU/TASI per l’anno 2014.
 
Si ricorda che il prossimo 16 giugnoscade il termine per il pagamento dell’acconto IMU/TASI dovute per l’anno 2015 ( il saldo sarà corrisposto entro il 16 dicembre).
 
Le modalità di calcolo e versamento dell’acconto sono rimaste immutate rispetto agli anni precedenti: l’acconto, pari al 50% dell’imposta dovuta, si versa applicando le aliquote, le detrazioni e le riduzioni in vigore nell’anno precedente (2014); pertanto, in mancanza di variazioni rispetto al 2014,  si versa il 50% di quanto assolto lo scorso anno.
Quest’anno però, al consueto versamento dell’IMU sui fabbricati e sulle aree edificabili, si aggiunge l’acconto IMU sui terreni agricoli e  l’acconto TASI  (sempre nella misura del 50% dell’imposta dovuta).
 
I versamenti vanno effettuati in autoliquidazione. Il contribuente dovrà, pertanto, provvedere autonomamente alla liquidazione e versamento dell’imposta, senza attendere che il Comune gli invii il bollettino o il modello F24 precompilato.
 
Si ricorda, altresì, che il prossimo 30 giugno scade il termine per presentare la dichiarazione IMU per l’anno 2014. L’art.14 del Regolamento Comunale, prevede che: “i soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta”.
 
La dichiarazione deve essere presentata anche nel caso in cui il contribuente abbia usufruito delle riduzioni e agevolazioni previste dal Regolamento Comunale (immobili concessi in comodato ai figli, fabbricati oggetto di interventi di ristrutturazione, ecc.) che non siano state già in precedenza comunicate.
Per assolvere l’obbligo dichiarativo potrà essere utilizzato il modello editabile allegato, segnalando la fattispecie agevolativa, di cui si è usufruito nel 2014, mediante una semplice annotazione da riportare nell’apposito riquadro della dichiarazione.
 
Entro la stessa data del 30.6.2015 va presentata anche la dichiarazione TASI. Per tale adempimento si potrà utilizzare lo stesso modulo dichiarativo previsto per l’IMU (Circolare Mef n. 2/DF del 3.6.2015).
Posto che per la liquidazione e controllo dei versamenti TASI si potranno utilizzare le informazioni già acquisite per l’IMU, si ritiene che la dichiarazione TASI vada presentata soltanto per segnalare lo stato di locazione/comodato/detenzione dell’immobile (indicando nello riquadro “annotazioni”  le generalità complete dell’inquilino, del comodatario o del detentore).  
La dichiarazione è invece facoltativa allorché si debba segnalare la sola esistenza di un contratto  di locazione registrato a far data dal 1° luglio 2010.
 
La dichiarazione IMU/TASI potrà essere presentata in forma cartacea al protocollo del Comune o trasmessa mediante PEC.
 
Coloro che non provvederanno ad eseguire il versamento entro il prossimo 16 giugno, potranno effettuarlo nei 14 giorni successivi (quindi entro il 30 giugno) con una maggiorazione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo e dal 1° luglio al 16 luglio con una maggiorazione del 3%, oltre gli interessi, da calcolarsi al tasso legale dello 0,5% annuo (istituto del ravvedimento operoso).
 
Entro il 16 giugno scade anche il termine per effettuare il pagamento dell’IMU (2014)  non versata lo scorso 16 giugno 2014, usufruendo della riduzione della sanzione al 3,75%.
 
Teano, 10 giugno 2015
L’Assessore
dott. Eduardo Sacco

Dichiarazione IMU - Modello editabile e stampabile [File pdf - 564 kb]

 

Aliquote:

IMU seconda casa 9,50

Terreni agricoli 7,60

TASI generale 2,5 - centro storico 2

 

 

- 22/05/2015 Il Comune informa... n. 78 del 22/05/2015
Utilizzo scale pubbliche dell'Ospedale

     

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

IL COMUNE INFORMA... N. 78 del 22/05/2015

Utilizzo scale pubbliche dell'ospedale

Lo scorso mercoledì sono iniziati i lavori di messa in sicurezza della facciata principale dell’edificio che ospitava l’ex ospedale, progettati e commissionati dall’Azienda Sanitaria di Caserta dopo l’improvvisa caduta di calcinacci che aveva costretto l’Amministrazione comunale a disporre la chiusura delle vicine rampe pedonali. Sono stati mesi di disagio e disservizio che hanno spinto diversi cittadini a sollecitare l’intervento del Comune affinché la competente ASL provvedesse a mettere in sicurezza la parete esterna dell’edificio e garantisse rapidamente la riapertura dell’adiacente scalinata.
Nel corso di un incontro tenutosi ieri presso il Comando dei Vigili Urbani, il titolare e il tecnico della ditta appaltatrice hanno confermato che il ponteggio di lavoro è stato progettato per permettere il passaggio in sicurezza dei pedoni che intendono utilizzare le scale anche durante l’esecuzione delle opere di risanamento.
Per tale motivo, entro pochi giorni, le rampe pedonali oggi interdette saranno riaperte al passaggio dei cittadini.

f.to il Sindaco
ing. Nicola Di Benedetto

- 25/04/2015 Comunicato stampa n. 77 del 24/04/2015
CHIARIMENTI IN MERITO ALLA PARTECIPAZIONE ALLA DELIBERA DI AUMENTO DELLE QUOTE DEL CONSORZIO ASI...

 

     

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 77 del 24/04/2015

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA PARTECIPAZIONE ALLA DELIBERA DI AUMENTO DELLE QUOTE DEL CONSORZIO ASI

In merito alla vicenda amministrativa di cui sopra, ed alle polemiche che sono state articolate da alcuni partiti politici e organi di stampa locale, mi è indispensabile precisare quanto segue: l’aumento della quota consortile annuale posta a carico dei Comuni consorziati non è stata determinata da una volontà politica “negoziabile”, ma bensì dall’esigenza improrogabile di far fronte ad un passivo di bilancio quantificato in circa DUE MILIONI di euro che si trascinava già da alcuni anni, in un contesto nazionale che vedeva assottigliarsi drasticamente le quote di trasferimenti statali in favore degli enti locali e dei loro organismi di cooperazione.
Il protrarsi di una tale situazione avrebbe portato certamente al dissesto del Consorzio, con ovvie e pesanti ricadute negative sulle economie e sui bilanci degli enti consorziati.
Quasi superfluo far rilevare, a questo proposito, che la responsabilità dell’accumularsi di un tale passivo nel corso degli  anni è addebitabile alle gestioni precedenti e non certo a quella attuale.
Tanto più se si tiene conto che l’aumento delle quote è scaturito da un allineamento alla Legge Regionale n. 19 del 2013 e dalle minori entrate previste per l’assegnazione dei suoli. Al punto che la sopracitata legge ha dovuto, tra l’altro, all’art. 2 lett. f), eliminare le “Commissioni” consiliari annullando le ricche prebende garantite a titolo di “indennità di presenza” ai consiglieri delle passate gestioni (circa 50.000,00 a gestione per ogni consigliere delegato!) e in cambio si aveva solo la dismissione, negli anni, di molte attività produttive, altro che competenze e voti mirati.
Ma quello che mi preme soprattutto sottolineare è che una critica meno faziosa e disfattista avrebbe preso in considerazione i delicati equilibri politici in seno ai quali è maturata la decisione di votare la delibera consortile e le possibili ricadute positive che da questo “allineamento” il sottoscritto crede di poter ricavare: votare contro o astenersi, d’altro canto, avrebbe determinato un isolamento politico di Teano rispetto agli altri Comuni in seno al Consorzio, senza peraltro riuscire a strappare alcun tipo di risultato, visto che il fronte del “Sì” era già molto compatto e forte, nelle sue motivazioni, della piena consapevolezza delle grosse difficoltà di bilancio esistenti. A fronte della partecipazione attiva del rappresentante sidicino al voto, la nuova gestione del Consorzio si è impegnata ad investire maggiormente in infrastrutture sul territorio.
Ci sarebbero numerosi altri chiarimenti di ordine tecnico e personale da fornire, ma il tempo a disposizione è poco e si preferisce dedicarlo agli interessi della cittadinanza, piuttosto che rispondere a provocazioni superficiali ed improduttive. 
f.to Il Consigliere ASI
Ing. Giuseppe Di Girolamo

 

 

 

 
- 02/04/2015 Comunicato stampa n. 76 del 02/04/2015
Politiche di contrasto alla povertà...

     

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 76 del 02/04/2015

POLITICHE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ

L’Amministrazione comunale, rende noto che sono state attivate tre linee di intervento di aiuto alle famiglie disagiate.
La prima, è quella di erogare un contributo "una tantum" per un massimo di €.250,00, per il pagamento di bollette ENEL - GAS anno 2015, a circa 30 nuclei familiari, che saranno individuati formulando un'apposita graduatoria di beneficiari.
I cittadini devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
·  Residenza nel Comune di Teano alla data del 31/03/2015;
·  Reddito ISEE inferiore o pari a € 5.000,00 (cinquemila/00);
· Assenza di assistenza da parte del comune di altre forme di aiuto dovuto al disagio socio-economico.
All'istanza, presentata su apposito modello, reperibile presso L’Ufficio di Assistenza Sociale, deve allegarsi:
1. copia del documento di riconoscimento in corso di validità;
2. attestazione ISEE risultante dall'ultima dichiarazione reddituale per la richiesta di prestazioni sociali agevolate riferita al 2014;
3. dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa alle fonti di sostentamento della persona in caso di attestazione ISEE pari a 0,00 (zero/00) purché relativa a redditi esonerati (non soggetti a IRPEF), oppure in assenza di reddito o qualora i valori relativi ad ogni singola componente del reddito e/o patrimonio considerati ai fini del calcolo ISEE siano negativi;
4. conferma nella stessa autocertificazione del possesso dei requisiti dal presente avviso, pubblicato sul sito istituzionale del comune di Teano, alla data della domanda.
La seconda, si riferisce ad un progetto denominato: "Spesa speciale per le famiglie in difficoltà" proposto dalle Caritas parrocchiali di Teano, pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Teano (www.comune.teano.ce.it). Il progetto prevede che ogni famiglia in difficoltà socio-economica possa rivolgersi ai punti Caritas di Teano o al Servizio sociale comunale al fine di ottenere "PACCHI SPESA" consistenti in una periodica fornitura di generi alimentari (e non) di primaria necessità.
La terza, infine, è quella di un rinnovo/potenziamento della convenzione con la Onlus "Confidenza Fratelli Castallo", per la Mensa Sociale - istituita nel 2014 - che garantirà un pasto completo al giorno a sette cittadini di Teano in estrema difficoltà socio-economica, come rilevato dal Servizio Assistenza Sociale.
 
Teano, 02/04/2015
 
Il Responsabile delle Politiche Sociali              L'Assessore alle Politiche Sociali
         Avv. Fernando Zanni                                     Mario Migliozzi

 

 
- 24/03/2015 Comunicato stampa n. 75 del 24/03/2015
Strade a costo zero!

     

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 75 del 24/03/2015

Strade a costo zero!

 

In merito al ripristino del manto stradale relativo a questa prima fase dei lavori per la posa della fibra ottica sul territorio comunale da parte della Telecom S.p.A., è opportuno e doveroso evidenziare quanto segue.

Un grande risultato è stato ottenuto grazie all’Amministrazione Di Benedetto. A fronte di un obbligo legislativo che prevedeva il ripristino da parte della Telecom del piano viabile per una larghezza pari a 50 cm  a cavallo dello scavo realizzato, si è ottenuta la realizzazione di un ripristino di larghezza minima di 1 m fino a raggiungere la mezza carreggiata su Viale Europa (circa 1.000 mq ripristinati). Inoltre, è stata ripavimentata Piazza Marconi (che era coinvolta solo di striscio nei lavori di posa in opera della fibra ottica) per circa 300 mq, realizzando anche un intervento temporaneo per ripianare l’avvallamento su una cunetta esistente. Tutto questo A COSTO ZERO.

Si è poi in attesa che l’Enel completi i lavori (salvo rallentamenti dovuti ad indagini archeologiche in corso) su Viale dei Platani, Viale Ferrovia e sulla strada di collegamento tra il cimitero e la Provinciale, per dar seguito agli accordi presi con questa Amministrazione volti a far ripristinare l’intera carreggiata dei tratti oggetto dei lavoro, il tutto A COSTO ZERO.

In alcune zone del territorio, si è sistemato in maniera provvisoria il manto stradale in attesa che l’Ufficio Tecnico Comunale predisponga la dovuta documentazione e operi il conseguente affidamento dei lavori, come da Delibera di Giunta Comunale n. 9 del 20 Gennaio 2015, nella quale questa Amministrazione ha indicato le priorità di intervento su Teano centro e frazioni, dando seguito all’impegno di spesa nel bilancio 2014 di circa 200.000,00 €.

Continua, in definitiva, l’impegno diretto di questa Amministrazione, come già accaduto in occasione di lavori simili (vedi Viale S. Antonio), volto ad ottenere il ripristino a regola d’arte dello stato dei luoghi, a seguito di interventi realizzati dai gestori di servizi a rete (Telecom, Enel e distributore del metano cittadino) sul territorio comunale, in netto contrasto con la gestione del passato, durante la quale la vigilanza degli organi preposti si è rilevata molto carente sulla conduzione e sull’esito conclusivo dei lavori.

A fronte dei 350 km di strade pavimentate presenti sul territorio comunale, diventa veramente fondamentale riuscire ad ottenere questi risultati, stante la difficoltà di manutenerle facendo affidamento sulle sole risorse comunali, anche alla luce delle condizioni veramente pessime in cui esse sono state ereditate!

F.to Il Consigliere delegato

Ing. Giuseppe Di Girolamo

 
- 19/02/2015 Comunicato stampa congiunto del 19/02/2015
delle Amministrazioni Comunali di Riardo - Rocchetta e Croce e Teano...

 

 
 
COMUNE DI RIARDO
Provincia di Caserta
 
COMUNE DI ROCCHETTA E CROCE
Provincia di Caserta
 
COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta
 
"RISORSA DI TUTTI O RICCHEZZA DI POCHI?"
 
È stato un incontro franco, concreto e costruttivo. I Sindaci dei Comuni di Riardo, Rocchetta e Croce e Teano si sono dati appuntamento presso la casa comunale di Riardo dove si sono confrontati a lungo e in modo serrato. L'argomento dibattuto non poteva che essere quello della tutela e della valorizzazione dei propri territori e del rapporto spesso conflittuale tra il territorio stesso e le dinamiche di sviluppo industriale disegnate astrattamente da imprenditori che sembrano essere concretamente distanti da quelle stesse terre da cui attingono la loro unica ed insostituibile materia prima.
I Sindaci hanno dovuto amaramente tracciare un bilancio con un saldo estremamente negativo. Le riserve di acque minerali naturali di assoluta qualità presenti nel prezioso sottosuolo dei propri territori sono concesse allo sfruttamento industriale ed economico senza quasi alcuna contropartita concreta per le comunità che vivono sullo stesso suolo che custodisce così tanta ricchezza.
La sperequazione è evidente, lo sbilanciamento è troppo marcato. Gli imprenditori baciati dalla fortuna dello sfruttamento della concessione regionale come ripagano quel territorio da cui attingono tanta ricchezza? Come sino ad oggi hanno investito i propri profitti? Nella progettazione dei lori piani di sviluppo industriale che ruolo hanno svolto e quale attenzione è stata riservata alla valorizzazione del territorio che li ospita? La legge regionale tutela e valorizza realmente lo sviluppo sostenibile, sia economico che sociale, dei territori interessati? Le regole comunitarie sono state rispettate nell'assegnazione delle concessioni di sfruttamento?
I Sindaci hanno dovuto convenire che, ad oggi, le risposte sono sconfortanti e assolutamente deludenti. "Purtroppo - hanno sottolineato i Sindaci - l'integrità e la bellezza dei nostri territori è strombazzata e ostentata dai venditori solo per fini commerciali e di marketing, ma quasi niente l'imprenditoria ha fatto per legare virtuosamente il proprio profitto al benessere delle comunità da cui esso trae origine. Sembra quasi che questi imprenditori non abbiano l'ambizione di costruire un legame forte di appartenenza, di identificazione con le collettività che li ospitano e per questo sono ancora considerati degli estranei dalle stesse comunità locali".
Soluzioni possibili? È stata questa la domanda che i Sindaci hanno scandito.
Le azioni da avviare o da alimentare sono tante. Innanzitutto, unità di intenti ed azione comune e coordinata: dividersi e combattere da soli non è funzionale. Poi, confronto con le proprie comunità e con i mezzi di comunicazione per raccontare e spiegare i fatti e le aspettative deluse. Ancora, riattivazione di esperienze aggregative oggi dormienti - parco delle acque - che siano, non un mero contenitore burocratico e partitico, ma volano di occasioni e di opportunità per le comunità e non per i soli imprenditori. Inoltre, promozione di un'iniziativa politica che ponga all'attenzione del prossimo Consiglio Regionale la modifica dell'attuale normativa che disciplina lo sfruttamento dei giacimenti di acque minerali nella direzione di un maggior coinvolgimento delle autonomie locali interessate. Infine, invito pressante e continuo agli attuali industriali a voler progettare eticamente il proprio sviluppo riversando sul territorio, a cui loro devono tutto il loro business, parte dei loro profitti per ripristinare un equilibrio di opportunità oggi inesistente.
"C'è molto da fare, tanto da conquistare per la dignità delle nostre terre. L'unico nostro patrimonio è ciò che ci circonda e ciò che la natura ci ha dato. Chi usa questo patrimonio deve correggere il proprio strabismo imprenditoriale e favorire lo sviluppo sostenibile delle comunità che li ospitano." Con questa proposito i Sindaci hanno concluso l'incontro e si sono dati appuntamento a breve per dare avvio al percorso comune di confronto e di iniziativa politico-amministrativa.
 
 
f.to Il Sindaco di Riardo    f.to Il Sindaco di Rocchetta e Croce    f.to Il Sindaco di Teano
  (arch. Nicola D’Ovidio)        (dr. Salvatore Geremia)            (ing. Nicola Di Benedetto)    

 

 

- 22/02/2015 Comunicato stampa n. 74 del 22/02/2015
Premio progetto biblioteca comunale...

     

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 74 del 22/02/2015

Premio progetto biblioteca comunale "L. Tansillo"

La Regione Campania ha inviato nei giorni scorsi al Sindaco di Teano la nota informativa che aveva per oggetto la comunicazione dell’assegnazione di un contributo, approvato con Decreto Dirigenziale n° 99 del 20/12/2014, di € 6.600,00 a favore della Biblioteca comunale “L. Tansillo” di pertinenza di codesta Amministrazione.

Il bando a cui abbiamo partecipato, e che ci ha visto vincitori al 2° posto, aveva come titolo “Promozione e valorizzazione dei musei e delle biblioteche”. Il progetto presentato ha come titolo “Il Mito e la storia tra fumetti, cinema e cartoons” e prevede la “Lettura dei testi” che verranno, poi, sotto la guida degli esperti della Scuola Romana Fumetti, rapportati ad altre forme artistiche.

I corsi, che avranno la durata di 3 mesi, si rivolgeranno a studenti delle Scuole Medie Superiori selezionati dai docenti del corso.

Il contributo assegnato è, ovviamente, vincolato all’esclusiva realizzazione delle attività sopra indicate e non potrà, in alcun modo, essere utilizzato per diverse finalità.

Un’altra attività organizzata dalla Biblioteca con il supporto del Forum giovanile è quella del corso di alfabetizzazione di lingua italiana per i rifugiati politici presenti sul nostro territorio, approvato con deliberazione di Giunta Comunale.

Nella stessa delibera è prevista la realizzazione di altri corsi rivolti a giovani più svantaggiati del territorio che si terranno in seguito.

L’Amministrazione Comunale

 
- 19/02/2015 Comunicato stampa congiunto del 19/02/2015
delle Amministrazioni Comunali di Riardo - Rocchetta e Croce e Teano...

 

 
 
COMUNE DI RIARDO
Provincia di Caserta
 
COMUNE DI ROCCHETTA E CROCE
Provincia di Caserta
 
COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta
 
"RISORSA DI TUTTI O RICCHEZZA DI POCHI?"
 
È stato un incontro franco, concreto e costruttivo. I Sindaci dei Comuni di Riardo, Rocchetta e Croce e Teano si sono dati appuntamento presso la casa comunale di Riardo dove si sono confrontati a lungo e in modo serrato. L'argomento dibattuto non poteva che essere quello della tutela e della valorizzazione dei propri territori e del rapporto spesso conflittuale tra il territorio stesso e le dinamiche di sviluppo industriale disegnate astrattamente da imprenditori che sembrano essere concretamente distanti da quelle stesse terre da cui attingono la loro unica ed insostituibile materia prima.
I Sindaci hanno dovuto amaramente tracciare un bilancio con un saldo estremamente negativo. Le riserve di acque minerali naturali di assoluta qualità presenti nel prezioso sottosuolo dei propri territori sono concesse allo sfruttamento industriale ed economico senza quasi alcuna contropartita concreta per le comunità che vivono sullo stesso suolo che custodisce così tanta ricchezza.
La sperequazione è evidente, lo sbilanciamento è troppo marcato. Gli imprenditori baciati dalla fortuna dello sfruttamento della concessione regionale come ripagano quel territorio da cui attingono tanta ricchezza? Come sino ad oggi hanno investito i propri profitti? Nella progettazione dei lori piani di sviluppo industriale che ruolo hanno svolto e quale attenzione è stata riservata alla valorizzazione del territorio che li ospita? La legge regionale tutela e valorizza realmente lo sviluppo sostenibile, sia economico che sociale, dei territori interessati? Le regole comunitarie sono state rispettate nell'assegnazione delle concessioni di sfruttamento?
I Sindaci hanno dovuto convenire che, ad oggi, le risposte sono sconfortanti e assolutamente deludenti. "Purtroppo - hanno sottolineato i Sindaci - l'integrità e la bellezza dei nostri territori è strombazzata e ostentata dai venditori solo per fini commerciali e di marketing, ma quasi niente l'imprenditoria ha fatto per legare virtuosamente il proprio profitto al benessere delle comunità da cui esso trae origine. Sembra quasi che questi imprenditori non abbiano l'ambizione di costruire un legame forte di appartenenza, di identificazione con le collettività che li ospitano e per questo sono ancora considerati degli estranei dalle stesse comunità locali".
Soluzioni possibili? È stata questa la domanda che i Sindaci hanno scandito.
Le azioni da avviare o da alimentare sono tante. Innanzitutto, unità di intenti ed azione comune e coordinata: dividersi e combattere da soli non è funzionale. Poi, confronto con le proprie comunità e con i mezzi di comunicazione per raccontare e spiegare i fatti e le aspettative deluse. Ancora, riattivazione di esperienze aggregative oggi dormienti - parco delle acque - che siano, non un mero contenitore burocratico e partitico, ma volano di occasioni e di opportunità per le comunità e non per i soli imprenditori. Inoltre, promozione di un'iniziativa politica che ponga all'attenzione del prossimo Consiglio Regionale la modifica dell'attuale normativa che disciplina lo sfruttamento dei giacimenti di acque minerali nella direzione di un maggior coinvolgimento delle autonomie locali interessate. Infine, invito pressante e continuo agli attuali industriali a voler progettare eticamente il proprio sviluppo riversando sul territorio, a cui loro devono tutto il loro business, parte dei loro profitti per ripristinare un equilibrio di opportunità oggi inesistente.
"C'è molto da fare, tanto da conquistare per la dignità delle nostre terre. L'unico nostro patrimonio è ciò che ci circonda e ciò che la natura ci ha dato. Chi usa questo patrimonio deve correggere il proprio strabismo imprenditoriale e favorire lo sviluppo sostenibile delle comunità che li ospitano." Con questa proposito i Sindaci hanno concluso l'incontro e si sono dati appuntamento a breve per dare avvio al percorso comune di confronto e di iniziativa politico-amministrativa.
 
 
f.to Il Sindaco di Riardo    f.to Il Sindaco di Rocchetta e Croce    f.to Il Sindaco di Teano
  (arch. Nicola D’Ovidio)        (dr. Salvatore Geremia)            (ing. Nicola Di Benedetto)    

 

 

 
- 12/02/2015 Comunicato stampa n. 73 del 12/02/2015
Precisazioni su tariffe TARI 2014 e Servizio Idrico Integrato anno 2012...

 

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

“Assessorato al Bilancio, Tributi, Commercio e Demanio”

Oggetto: Precisazioni su tariffe TARI 2014 e Servizio Idrico Integrato anno 2012.
 

Con la consegna dei modelli F24 per il pagamento della TARI 2014 (ex TARES/TARSU) e delle fatture con allegati bollettini per il pagamento del Servizio Idrico Integrato relativo all’anno 2012, si sono avute vibranti proteste da parte di taluni cittadini che lamentano forti aumenti del quantum richiesto rispetto al periodo precedente.

Essendo doveroso fornire ai cittadini tutti i chiarimenti possibili circa l’entità dei tributi e  delle tariffe applicate, si precisa quanto segue:

a)     le tariffe della TARI 2014 rispetto a quelle della TARES 2013 hanno subito un incremento del 10%, dovuto al corrispondente aumento del costo del servizio per la raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Si ricorda che il Comune, per legge, è obbligato a coprire il 100% del costo del servizio con l’incasso del relativo tributo, per cui ad ogni aumento del costo del servizio deve corrispondere un analogo incremento della relativa tariffa;

b) allorquando siano riscontrate differenze superiori al 10%, bisogna innanzitutto controllare la superficie tassata ed il numero dei componenti il nucleo familiare, atteso che in diversi casi è stato rettificato proprio tale fondamentale elemento per la determinazione del tributo, allineandolo alle risultanze dell’Ufficio Anagrafe. Altra fattispecie di particolare rilevanza riguarda la richiesta di pagamento della tassa nella misura del 100% rispetto alla precedente tassazione del 30%, riservata a tutti quei cittadini che avevano dichiarato (per gli anni precedenti) di non avere il servizio. Dal 2014, invece, posto che la società “Termotetti” ha certificato di svolgere il servizio di ritiro dei rifiuti su tutto il territorio comunale, fatta eccezione del solo centro commerciale “Sidicinum”, nel regolamento IUC è stato previsto (dandone poi notizia sulla stampa, sul sito istituzionale del Comune e con l’affissione di manifesti) che il pagamento ridotto del 30% (per mancanza del servizio) fosse subordinato alla presentazione, nel termine perentorio del 15 novembre 2014, di apposita dichiarazione sostitutiva attestante l’assenza del servizio. Pertanto, a tutti coloro che fino al 2013 hanno usufruito della citata riduzione, ma per il 2014 non hanno presentato la prescritta dichiarazione, l’Ufficio ha correttamente richiesto il pagamento della tassa nella misura del 100%, talché si ritrovano con richieste di pagamento triplicate rispetto al passato, ma del tutto corrette, tenuto conto che alla sussistenza del servizio non può che corrispondere l’integrale pagamento della tassa, attuando così (seppur in ritardo) quella ineludibile esigenza di equità e rispetto nei confronti dei cittadini che hanno sempre pagato il tributo nella misura intera;

c)     per quanto attiene poi il servizio idrico integrato, si evidenzia che le tariffe del 2012 risultano aumentate del 45% rispetto all’anno precedente. Tale incremento venne disposto con delibere di Giunta nn. 156 e 161 del 2012, laddove la precedente Amministrazione, a seguito della chiusura di alcuni pozzi per presenza di percentuali di arsenico oltre le soglie consentite, deliberava l’aumento della tariffa per far fronte all’acquisto di acqua potabile dalla società “AcquaCampania”.

Resta inteso, infine, che allorché venissero riscontrate altre tipologie di discrepanze ovvero veri errori di calcolo o determinazione delle cosiddette “eccedenze” è sufficiente segnalare il disguido all’Ufficio Tributi che provvederà alla relativa correzione/ricalcolo.

Al fine di consentire una immediata comparazione delle tariffe e riscontro delle delibere di Giunta richiamate, si allegano: le tariffe TARES 2013 e TARI 2014, nonché le delibere di Giunta nn. 156 e 161 del 2012.

- Tariffe TARES 2013

- Tariffe TARI 2014

- Delibera di Giunta Comunale n. 156/2012

- Delibera di Giunta Comunale n. 161/2012

 
Teano, 12 febbraio 2015
L’Assessore ai Tributi
dott. Eduardo Sacco
 
- 04/02/2015 Comunicato stampa n. 72 del 03/02/2015
IMU su terreni agricoli – Modalità di calcolo e aliquota applicabile...

 

    

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

“Assessorato al Bilancio, Tributi, Commercio e Demanio”

 
Oggetto: pagamento IMU su terreni agricoli – modalità di calcolo e aliquota applicabile. Errori rilevati nei modelli di pagamento del Servizio Idrico e della Tari 2014.
 
In questi ultimi giorni sono stati segnalati dubbi sull’aliquota da applicare per il pagamento dell’IMU sui terreni agricoli, nonché errori nelle fatture e nei modelli F24 recapitati rispettivamente per il pagamento del servizio idrico e della Tari 2014.
In merito alle modalità di calcolo per il pagamento dell’IMU sui terreni agricoli, si precisa:
a)     la base imponibile è determinata applicando al reddito dominicale risultante in catasto al primo gennaio 2014 la rivalutazione del 25% e poi il moltiplicatore 135. Detto moltiplicatore è ridotto a 75 per i terreni posseduti e condotti dai coltivatori diretti  e dagli imprenditori  agricoli  professionali  iscritti  all’INPS;
b)    l’aliquota applicabile nel comune di Teano è  il 7,6 per mille. Ciò si desume dalla previsione normativa contenuta nell’art.13, comma 6 del D.L. 201/2011, convertito dalla legge 214/2011, atteso che il Comune pur avendo elevato l’aliquota base dal 7,6 al 9,5 per mille non ha mai disposto che tale aumento riguardasse anche i terreni agricoli. Tale interpretazione trova puntuale conferma nell’art.1, comma 1 del D.L. 185/2014;
c)     per i terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti e imprenditori professionali iscritti all’INPS l’imposta è dovuta limitatamente alla parte di valore eccedente euro 6000 e con le seguenti riduzioni: 1) del 70% dell’imposta gravante sulla parte di valore compreso fra euro 6001 ed euro  15.500; 2) del 50% dell’imposta gravante sulla parte di valore compreso fra euro 15.501 ed euro 25.500; 3) del 25% dell’imposta corrispondente alla parte del valore compreso fra euro 25.501 ed euro 32.000;
d)    ai sensi dell’art.13, comma 7 del Regolamento Comunale IMU non sussiste l’obbligo di versamento qualora l’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno risulta inferiore o uguale ad euro 12,00. Ciò significa che al fine di stabilire la debenza del versamento (per i terreni agricoli) è necessario tener conto anche di quanto già dovuto (ed eventualmente versato) a titolo di IMU (su altri immobili) per il periodo d’imposta 2014.
 
Infine, nell’ipotesi di errori riscontrati nelle fatture del servizio idrico o nei modelli F24 della Tari è sufficiente, senza però farsi prendere dal panico e/o inveire contro gli Uffici Comunali, rivolgersi all’Ufficio Tributi chiedendo il riesame ovvero l’annullamento parziale in autotutela dell’erronea richiesta.
L’Ufficio esaminerà l’istanza e successivamente emetterà il provvedimento di annullamento/correzione.
Qualora si dovessero verificare ingiustificati ritardi da parte dell’Ufficio è possibile segnalare l’accaduto allo scrivente in forma cartacea o attraverso l’indirizzo mail e.sacco@comune.teano.ce.it.
 
Teano, 3 febbraio 2015
L’Assessore
dott. Eduardo Sacco

 

 
- 01/02/2015 Comunicato stampa n. 71 del 01/02/2015
Standardizzazione dei procedimenti e BUONE PRATICHE...

     

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 71 del 01/02/2015

“Standardizzazione dei procedimenti e BUONE PRATICHE

Il Rilascio dell’AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA”

In più parti delle nostre linee programmatiche, questa Amministrazione si è impegnata ad adoperarsi affinché i procedimenti d’interesse del Comune fossero standardizzati e sburocratizzati. In particolare i professionisti avevano più volte richiesto di intervenire sulle procedure di competenza dell’Ufficio Tecnico comunale in modo da ridefinirle con chiarezza e univocità, limitando per quanto possibile la soggettiva interpretazione dei singoli istruttori.

Come oramai ben noto, per fare si che tale obiettivo fosse realisticamente perseguibile, l’Amministrazione ha istituito, con la delibera 195 del 2013, il tavolo permanente dell’edilizia attorno al quale siedono le diverse parti interessate: gli Amministratori, i tecnici comunali, i professionisti e le imprese del settore edile. Il confronto operativo, successivamente avviatosi nel 2014, ha prodotto, tra le altre cose, la completa ristrutturazione del procedura che conduce al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica, seguendo i criteri fissati nelle linee programmatiche.

Tutto il materiale prodotto è ad oggi disponibile nella sezione “Autorizzazione paesaggistiche”, presente sul sito istituzionale del Comune. Con un click è possibile disporre della normativa nazionale e regionale di riferimento, consultare la corrispondente regolamentazione comunale e gli atti deliberati da questa Amministrazione, scaricare la modulistica necessaria e gli schemi che riassumono e spiegano le singole procedure, e consultare uno specifico “Vademecum” (Linee guida). Con questo riepilogo ragionato delle principali questioni di interesse dei professionisti interessati, l’Amministrazione ha inteso dare una risposta concreta alle richieste di trasparenza e speditezza dell’azione amministrativa che pervengono dai soggetti economici e dalle varie associazioni del nostro territorio. Questa versione delle “Linee guida” sarà costantemente aggiornata sulla scorta delle sollecitazioni e delle richieste che perverranno all’Amministrazione da parte degli utenti. La semplificazione del processo, così come promesso nelle linee programmatiche, è stata affrontata in tutta la sua complessità e ha prodotto, come noto, anche la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa con il Parco “Roccamonfina-Foce del Garigliano” e la creazione di una cartella di FAQ nella sezione denominata “Pianificazione urbanistica e governo del territorio”, nella quale saranno pubblicate le risposte delle Istituzioni alle questioni sollevate dai cittadini e dai professionisti per gli interventi a farsi nelle zone sottoposte alla tutela del Parco.

È intenzione dell’Amministrazione di riproporre questa “buona pratica” e di replicarla  con costanza e convinzione: il dialogo e il confronto tra le parti, la semplificazione e la trasparenza delle procedure, il rispetto e la supremazia degli interessi pubblici non possono che produrre “buoni risultati” e  “buona amministrazione” a vantaggio e beneficio di tutta la comunità.        

                                                                      

Il Sindaco

f.to  (Nicola Di Benedetto)

 
- 26/01/2015 Comunicato stampa n. 70 del 20/01/2015
Riorganizzazione della rete scolastica - Indirizzo agrario

    

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 70 del 20/01/2015

riorganizzazione della rete scolastica - indirizzo agrario

Con la pubblicazione sul bollettino ufficiale di ieri 19 gennaio della delibera regionale n.6 del 09/01/2015, si è formalmente conclusa con successo l’iniziativa che ha visto, sin dagli ultimi mesi del 2013, questa Amministrazione impegnata sia a fronteggiare gli effetti negativi derivanti dal calo delle iscrizioni presso le scuole primarie e secondarie di primo grado del Comune, sia a raggiungere uno degli obiettivi inseriti nelle proprie linee programmatiche, ovverosia l’istituzione di un corso di studi ad indirizzo agronomico.

Infatti, con il suddetto provvedimento, la Giunta regionale ha innanzitutto riconfermato l’accorpamento della Direzione Didattica di Teano 1 e dell’Istituto comprensivo “V. Laurenza”, già deliberato lo scorso 26 maggio 2014 su richiesta di questa Amministrazione (delibera 90 del 12/05/2014). In questo modo si conclude la riorganizzazione della rete scolastica del primo ciclo di istruzione di competenza del Comune, dando stabilità nel tempo alle istituzioni formative coinvolte, attualmente sottodimensionate e, in tal modo, si scrive la parola fine ad una questione che aveva suscitato alcune polemiche ed accesi dibattiti nella nostra comunità.

Inoltre, con la stessa delibera n.6 del 2015, la Giunta regionale ha deciso di inserire nel Piano dell’Offerta Formativa per l’anno scolastico 2015/2016 l’attivazione di un nuovo indirizzo di studi, denominato “Servizi per l''agricoltura e lo sviluppo rurale” con l’opzione “Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del territorio”, presso l’IPSSART di Teano.

È questo un risultato che premia l’azione integrata di tutte le istituzioni coinvolte, che lavorando insieme hanno raggiunto un traguardo vanamente inseguito lo scorso anno.

Un ringraziamento è d’obbligo sia per il dirigente scolastico dr. Francesco Mezzacapo, che ha creduto sin dal suo insediamento nella proposta dell’Amministrazione ed è stato il vero motore dell’iniziativa, sia per la Provincia, che ha concesso il proprio consenso alla richiesta di attivazione del nuovo indirizzo e sia per l’Assessorato regionale all’Istruzione, le cui strutture hanno sopportato con pazienza e attenzione le pressanti richieste delle istituzioni interessate.

Con questa decisione si concretizza finalmente il primo tassello verso il recupero e lo sviluppo della produzione agricola del territorio, che permetterà ai nostri giovani di riscoprire la vera ricchezza delle nostre terre, di formarsi adeguatamente per poterne trarre ricchezza per la comunità e per se stessi e di contrastare l’abbandono produttivo delle nostre fertili aree agricole.

L’attivazione di questo percorso formativo in un Istituto già noto, tra l’altro, per la maestria con cui prepara i propri allievi all’arte della ristorazione permetterà inoltre di completare nel modo migliore l’intera filiera che vede il prodotto agricolo del nostro territorio protagonista assoluto della cucina e testimone indiscusso delle nostre tradizioni.

 

     f.to l’Assessore con delega all’Istruzione                f.to il Vice-Sindaco con delega all’Agricoltura

                        (prof.ssa Gemma Tizzano)                                        (avv. Eluisa Monteforte)

 

f.to il Sindaco

(ing. Nicola Di Benedetto)

 
- 20/01/2015 Comunicato stampa n. 69 del 20/01/2015
Manifestazioni per la shoah

    

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 69 del 20/01/2015

Manifestazioni per la shoah

L''Amministrazione del Comune di Teano presenta l''elenco delle manifestazioni che si terranno per celebrare “Il giorno della memoria” in ricordo delle persecuzioni del popolo ebraico, in occasione del 70° anniversario della liberazione di Auschwitz.

Il giorno 24 gennaio Carmen Melese organizzerà una riflessione sulla Shoah attraverso la proiezione di foto e la lettura di testi, presso la sala dell''Auditorium dell''ex-chiesa dell''Annunziata.

Gli alunni dei vari ordini di scuole, opportunamente preparati e sensibilizzati, procederanno alla:

        lettura, analisi e commento di brani e poesie inerenti la Shoah;

        riflessioni e discussioni;

        visione di film e documentari sull''argomento.

Gli alunni dell''IPSSART – Teano, inoltre, porranno l''attenzione su “L''alimentazione degli Ebrei” e organizzeranno lo spettacolo teatrale “Prima della Shoah”.

Gli alunni dell''ISISS - Foscolo si recheranno in visita all''Istituto “Confidenza Castallo Fratelli” per ricordare l''eccidio delle Suore degli Angeli lì avvenuto.

Il giorno 27 gennaio presso il Comune di Teano verrà esposta la “Bandiera della pace” e in tutti gli uffici pubblici e nelle scuole a mezzogiorno verrà osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime. 

L’Amministrazione Comunale

di Teano

 
- 16/01/2015 Comunicato stampa n. 68 del 16/01/2015
Piano di Zona - Ambito Sociale C 03

   

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 68 del 16/01/2015

PIANO DI ZONA – AMBITO SOCIALE C 03

La Regione Campania, con decreto n. 1 del 2015, ha approvato il Piano di Zona dell’Ambito Sociale C 03, che è, quindi, tra i primi in Campania ad aver ottenuto il nulla osta regionale in tempi rapidissimi.

Questo è sicuramente il frutto di un lavoro svolto in maniera impeccabile da parte di tutte le strutture che hanno lavorato al raggiungimento di questo importante risultato. Tra queste vanno menzionate:  i rappresentanti del Comitato Istituzionale, dell’Ufficio di Piano, delle Organizzazioni sindacali, delle Associazioni di volontariato, del Terzo settore e di tutti gli organismi di rappresentanza dei cittadini. Tutti hanno contribuito alla realizzazione di una programmazione dichiarata conforme agli indirizzi regionali a tempo di record.  Il piano di zona approvato comprende il programma dei servizi sociali e socio sanitari da realizzare all’interno del territorio dei 16 Comuni aderenti all’Ambito C 03 (Teano, Caianello, Cellole, Conca della Campania, Francolise, Galluccio, Marzano Appio, Mignano Monte Lungo, Pietravairano, Presenzano, Roccamonfina, Rocca D’Evandro, San Pietro Infine, Sessa Aurunca, Tora e Piccilli e Vairano Patenora).

Il Piano prevede una spesa annuale di oltre 3 milioni di euro, comprendente anche il finanziamento di un milione di euro proveniente dal Ministero dell’Interno per il Piano di Azione e Coesione (PAC), di cui 700.000 € per l’assistenza domiciliare agli anziani ed 300.000 €. destinati alla prima infanzia. La fetta più alta della spesa prevista, pari a circa 1.300.000 €, è quella che servirà a coprire i costi per il mantenimento dei cittadini non autosufficienti collocati nelle strutture residenziali e semiresidenziali.

Inoltre, quest’anno è stata programmata le spesa di 286.000 € destinata a coprire parzialmente l’onere derivante dall’obbligo di garantire l’assistenza specialistica degli alunni disabili, mentre il costo restante dovrà essere coperto dai rispettivi Comuni con proprie risorse.

È importante sottolineare che nel nuovo piano annuale è stato aumentato l’importo destinato al contrasto alla povertà, passando dai 100.000 € stanziati per l’anno 2014 ai 256.000 € previsti per il 2015.

Di rilievo è altresì l’approvazione regionale del progetto del “Centro Antiviolenza” per un importo previsto pari a 86.000 €.

Il 2014 è stato un anno intenso di semina per l’Ambito C03, con un raccolto di tutto rispetto grazie a un grande lavoro di squadra coordinato dal Comune capofila.

Il 2015 sarà l’anno in cui si dovrà concretizzare quanto previsto attraverso la realizzazione di tutti i servizi programmati e finanziati, anche con il contributo di importanti risorse comunali pari a più di mezzo milione di €.

L''Assessore alle Politiche Sociali
Mario Migliozzi

 
- 10/01/2015 Comunicato stampa n. 67 del 07/01/2015
Sottoscrizione protocollo d''intesa tra il Comune di Teano e l''Ente Parco Regionale Roccamonfina e Foce Garigliano

  

COMUNE DI TEANO
Provincia di Caserta

COMUNICATO STAMPA N. 67 del 07/01/2015

Sottoscrizione protocollo d''intesa tra il Comune di Teano e l''Ente Parco Regionale "Roccamonfina e Foce Garigliano"

L’Amministrazione informa che il Presidente dell’Ente Parco regionale “Roccamonfina e foce Garigliano”, dr. Giovanni Corporente, e il Sindaco del Comune di Teano, ing. Nicola Di Benedetto, hanno sottoscritto, lo scorso 5 gennaio, un Protocollo d’intesa con cui impegnano le rispettive Istituzioni a collaborare per lo svolgimento dei procedimenti previsti per il rilascio dei pareri o nulla-osta necessari all’esecuzione degli interventi di trasformazione delle aree ricomprese nel Parco regionale.

In particolare il Comune e l’Ente Parco si impegnano:

1.    a garantire la partecipazione ai lavori della Commissione comunale per il Paesaggio del tecnico incaricato dall’Ente Parco di istruire le successive richieste dei cittadini per il rilascio del proprio nulla-osta,

2.    a scambiarsi tutte le informazioni necessarie a favorire lo svolgimento dei rispettivi procedimenti, evitando sovrapposizioni o contrapposizioni;

3.    a predisporre modulistiche e materiale divulgativo da porre a disposizione degli utenti;

4.    a curare una sezione FAQ sui rispettivi siti istituzionali con cui dare risposta ai dubbi e alle domande più ricorrenti dei cittadini;

5.    a controllare i tempi di conclusione dei rispettivi procedimenti, individuando le eventuali criticità e ponendo in essere i conseguenti accorgimenti.

Con la sottoscrizione del Protocollo il Comune e l’Ente Parco hanno voluto con determinazione realizzare una forte sinergia istituzionale, sia per preservare e valorizzare al meglio le bellezze naturali del territorio sia per garantire celeri tempi procedimentali per la definizione delle richieste dei cittadini, relative al territorio comunale oggetto sia della tutela paesaggistica che di quella prevista per le aree parco.

f.to il Sindaco

ing. Nicola Di Benedetto

   
   
Comune di Teano, Piazza Municipio - Tel. 0823 875080 - Fax 0823 875081 - Partita Iva: 00940160617 C.F.: 80005990611