Sei Qui: Home - Il comune - Linee programmatiche
LINEE PROGRAMMATICHE

- Torna indietro

 

Trasparenza e partecipazione


 

Il Comune e la sua Amministrazione sono "una casa di vetro

1. Nomina del difensore civico (anche se oggi non è più obbligatorio), scelto con procedura pubblica, che presta gratuitamente il proprio servizio. L''Amministrazione garantisce il necessario supporto amministrativo al Difensore e ne promuove il ruolo di garante dell’imparzialita` e del buon andamento dell’amministrazione comunale, segnalando: abusi, disfunzioni, carenze, ritardi dell’amministrazione.

2. Istituzione di una commissione consiliare permanente per la trasparenza. 

3. Delega assessorile alla trasparenza.

4. L''Amministrazione controlla ed assicura il rigoroso rispetto da parte degli uffici delle norme che garantiscono al cittadino l''accesso agli atti.

5. L''Amministrazione informa i cittadini circa lo stato di efficienza dei servizi e di quanto spende per il loro funzionamento, utilizzando modalità e linguaggi semplici e comprensibili. Per ciascun servizio sono comunicate tutte le spese sostenute, sono indicati i nominativi dei responsabili e del personale cui é affidata la gestione e il controllo. Il costo pro capite di ciascun servizio è costantemente aggiornato ed è comparato con quello dei comuni virtuosi.

6. Sono resi pubblici ed aggiornati costantemente gli elenchi di coloro che, in affidamento diretto, hanno eseguito lavori e che hanno fornito beni per ciascun servizio con le relative somme percepite.

7. L’Amministrazione pubblica l’elenco degli immobili di proprietà, indicandone gli eventuali locatari o affittuari e specificando i canoni versati o percepiti.

8. Ciascun atto deliberativo o determinativo é accompagnato da una breve relazione in cui sono esposte le motivazioni e le decisioni assunte, utilizzando un linguaggio di comprensione immediata da parte dei cittadini

9. Adozione del programma per adeguare l’attività dell’Amministrazione ai principi della trasparenza.

10. L''Amministrazione promuove la costituzione di punti d''ascolto territoriale.

11. L''Amministrazione consulta i cittadini in occasione di scelte di particolare interesse sociale, attraverso l''istituzione del “bilancio partecipato” ovverosia di un percorso di partecipazione attraverso il quale i cittadini sono chiamati ad esprimersi e a progettare insieme all’Amministrazione. Le modalità e le forme di consultazione  sono stabilite in un regolamento da approvare nei primi 6 mesi di mandato, per tale piena attuazione all’articolo 33 dello Statuto.

12. Valorizzazione delle attività delle Consulte da ridisciplinare in ambito statutario e regolamentare, per promuovere e favorire la partecipazione di alcune categorie professionali o economiche alla vita amministrativa del Comune.

13. Istituzione statutaria della Consulta dei quartieri, delle frazioni e dei borghi e sua regolamentazione

14. Alle riunioni di giunta possono presenziare i rappresentanti di categorie economiche e professionali e di associazioni, qualora sia in discussione un provvedimento di loro interesse.

15. Le riunioni di giunta possono svolgersi anche tra le singole comunità del territorio.

16. I verbali di giunta sono pubblicati sul sito istituzionale del Comune.

17. Le riunioni di consiglio comunale e delle relative commissioni sono trasmesse on line sul sito del Comune

18. Lo Statuto e tutti i regolamenti comunali sono pubblicati sul sito del Comune entro 30 giorni dall’inizio del mandato.

 

   
   
Comune di Teano, Piazza Municipio - Tel. 0823 875080 - Fax 0823 875081 - Partita Iva: 00940160617 C.F.: 80005990611