Sei Qui: Home - Il comune -

- Torna indietro

La Cattedrale di Teano

Cattedrale di Teano - Facciata

- La Cattedrale, risalente nella fase originaria al XII secolo, ha subito gravissimi danni durante i bombardamenti nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Durante la ricostruzione furono individuati i resti di un grande basamento in blocchi di tufo (in parte visibili nella cripta), forse un tempio di età ellenistica (strutture ellenistiche sono state ritrovate anche sotto ledificio dellEpiscopio - Zona archivio). Tra i riempimenti nel basamento del campanile si distinguono la stele funeraria di Lucio Mario Africano con la moglie Herennia, e una dedica del 129 d.C. allimperatore Adriano. Nel portico sono murate importanti iscrizioni(dedica degli augustali del Balneum Clodianum; onori al Cesare Flavio Valerio Costanzo da parte del senatore Ovinio Galliano),nonché un frammento di fregio con tralci vegetali e piccoli animali di squisita fattura augustea. Allinterno tutte le colonne e i capitelli provengono dallo spoglio di antichi edifici. Splendido, seppure ricostruito, lambone del XII secolo e di eccezionale levatura il crocifisso dipinto di scuola giottesca. Nella cripta, posta al di sotto della cappella di S.Clemente (sarcofago del VI secolo d.C. riutilizzato nel XV sulle scale), e nel cortile del palazzo vescovile si conservano frammenti di iscrizioni (per lo più paleocristiane) e di elementi architettonici di età romana e medioevale. Dalla cripta si accede ad una grande cisterna a tre navate di età romana, ristretta in età medievale ed oggi ancora in uso. Da notare le decorazioni stile egizio(cripta e campanile) che, insieme alle sfingi di granito conservate presso il portale, rimandano ad un tempio dedicato alla dea Iside di incerta localizzazione.

   
   
Comune di Teano, Piazza Municipio - Tel. 0823 875080 - Fax 0823 875081 - Partita Iva: 00940160617 C.F.: 80005990611